La Gen Z ascolta la musica dei propri genitori

da | LIFESTYLE

Tra un pezzo trap e uno indie le generazione Z ascolta, anche, pezzi che hanno fatto la storia della musica italiana. Canzoni cult con cui sono cresciuti i loro genitori, o forse nonni. E non mancano le reinterpretazioni.

Se sei Gen Z o sei capitato ad una festa Gen Z puoi testimoniare che la musica vintage italiana è parte fondante della playlist di una buona festa. Tra un pezzo di Tedua e uno di Drake non possono mancare canzoni che riportano indietro nel tempo. Tempo, per altro, non vissuto dalla generazione stessa. I pezzi che hanno cresciuto nonni e genitori sono il cuore della musica della Gen Z. La vecchia canzone d’autore italiana, i pezzi dance degli anni ’80 e ’90 sono la perfetta conclusione di una festa. Quando il grado alcolico sale e si rimane in pochi, cantare a squarciagola “Gli anni” degli 883 è la scelta migliore.


Da “50 special” a “Maledetta primavera”, passando per gli intramontabili pezzi della Raffa. Le canzoni vintage che compongono le playlist della Gen Z sono tantissime. Sarà quel sound un po’ nostalgico o la straordinarietà dei personaggi che le cantano, ma le “vecchie” canzoni italiane conquistano il cuore dei Gen Z. Ecco perchè sono sempre di più le reinterpretazioni delle canzoni Vintage. Riarrangiamenti musicali e testuali che attualizzano le canzoni e diventano virali sfruttando l’iconicità del ritornello.


Miss Keta fa uscire, nell’estate 2022, “Finimondo”. Tormentone estivo che campiona il ritornello di “Il capello” di Edoardo Vianello del 1961. La canzone diventa la colonna sonora indiscussa dell’estate 2022 e da il via ad un trend che farà scuola. Così, con il tempo, il campionario delle canzoni riarrangiate aumenta e, a Sanremo 2024, BNKR44 con Pino D’Angiò partotriscono la hit della stagione. Il remix di “Ma quale idea”. Un successo indiscusso che diventa subito trend su Tik Tok e monopolizza la radio.

Scacco matto a chi sostiene che la generazione Z sia priva di cultura musicale. Partendo dal presupposto che è musica anche quella prodotta oggi, il throwback nei successi dei tempi che furono non manca di certo. Tutto sta nel giusto balance, nel mix tra ieri e oggi è, nella reinterpretazione. Come i Gen Z non escono di casa senza un capo costumizzato ecco che il processo di personalizzazione avviene anche per le produzioni musicali.

Foto:Pinterest

Tag: ,