La primavera di Balmain 

da | STYLE

Una scossa sismica fa tremare il Planet Fashion parigino : è Olivier Rousteing di Balmain, che irrompe al Palais de Chaillot con una collezione donna SS24, che parla di lusso francese per come lo intende il designer 

“Se mi chiedi di cosa tratta lo spettacolo, si tratta del lusso francese dal mio punto di vista, traducendo l’eredità di Monsieur Balmain, a partire da una forte sartoria: giacche semplici ma molte ore di lavoro per assicurarsi che la spalla e il risvolto siano giusti. Forse la gente mi conosce di più per i miei ricami, ma se muoio domani, voglio essere ricordato per la mia sartoria” _ Olivier Rousteing.

SS24

The Show Must Go On !

Fioriscono le prime rose nel giardino di Olivier Rousteing, direttore creativo di Balmain e vittima del furto di 50 pezzi della sua collezione, a causa di un incidente d’auto che ha coinvolto i pezzi originali in rotta dall’aeroporto Charles de Gaulle, costringendo il povero Olivier a rifare il 70 per cento dei capi, in occasione della settimana del prêt-à-porter femminile a Parigi.

Una corsa contro il tempo, dove Olivier ne è uscito vincitore : “la nostra consegna è stata deviata. Grazie a Dio l’autista è salvo”. E continua: “Tante persone hanno lavorato così duramente per realizzare questa collezione. Stiamo rifacendo tutto ma è così irrispettoso. È così ingiusto. Io e il mio team abbiamo lavorato molto duramente. Lavoreremo di più, giorno e notte, anche i nostri fornitori lavoreranno giorno e notte, ma è così irrispettoso” _ Olivier Rousteing. Ma nulla è mai veramente perduto, come ci ricorda lo scrittore e poeta Walt Whitma.

La Rosa come protagonista della collezione SS24 firmata Balmain 

C’è aria di primavera in casa Balmain e Rousteing coglie l’occasione per rielaborare i motivi floreali d’archivio di Balmain in modo giocoso e colorato, in particolare le creazioni di Pierre Balmain della fine degli anni ’40 e ’50, che vede la sartoria in prima linea per la sua precisione di cucito, davvero maniacale.

SS24

 “La rosa è una rosa è una rosa è una rosa” _ Gertrude Stein.

Tutta ha inizio da qui, da una citazione della scrittrice Gertrude Stein, che ha ispirato il designer francese per la collezione Primavera Estate 2024, e che vede la rosa al centro della sua creazione: l’ha osservata, l’ha studiata e l’ha replicata in ogni sua forma e in ogni materiale, per l’intera collezione, dalla pelle, alla gomma, al lattice, alla porcellana e persino alla plastica riciclata. 

Un tripudio di rose si impadronisce di abiti di seta e di cotone stampati, germogliando sul tessuto di un lungo abito di seta rosso, e sbocciando sul cappotto di vernice e sulla scollatura in plastica riciclata semitrasparente. Rousteing non riesce a tener a freno la sua fantasia, che continua a fiorire proprio come le sue rose : immagina l’intreccio delle reti da giardino per rose rampicanti e lo ripropone sulle borse e sulle scarpe intrecciate. 

défilé Balmain
SS24
SS24

Ogni Rosa ha le sue spine, anche quella di Balmain: la rosa Balmain non è solo romantica”, racconta il designer francese, ma simboleggia anche la forza e la sofferenza del sacrificio. La Rosa Balmain è sia il fiore romantico di maggio che il fiore delle streghe, per le sue pungenti spine, viste come strumento del male. 

SS24

È una storia di rinascita, di colori e di pois quella raccontata ieri sera da Balmain : dai blazer verdi abbinati a gonne con volant rosa, agli abiti bianchi con pois neri dallo stile retrò-chic, fino alle paillettes, che decorano di punti luce gli abiti in fiore.

Chapeau Monsieur Olivier e a tutto il suo team

Sulle note di Patti Smith si avvera il sogno di Oliver e del suo team, quello di portare in passerella la collezione SS24 : “nella moda, gran parte del lavoro è sempre cercare di affrontare l’inaspettato nel miglior modo possibile. E devo molte grazie a molte persone. Prima di tutto alla squadra Balmain“, queste le parole di Olivier Rousteing

Olivier Rousteing

Se son rosa fioriranno, recita un proverbio, e le tue rose, caro Olivier, sono fiorite alla perfezione.