Intervista ad Alessia Maria Macheda, ex studentessa del corso di Fashion Styling Editor and Communication

in Interviste

Mi chiamo Alessia Maria Macheda, ho 24 anni e sono nata (con la passione per la moda) a Roma.

Tutto è partito da mia nonna Elena, una nonna pizzo e lustrini, che non usciva mai senza il suo rossetto rosso. La guardavo con ammirazione, per me era l’emblema della bellezza, un esempio da seguire. Mi ha sempre raccontato come, all’età di 4/5 anni, avevo già le idee ben chiare, perdevo ore davanti allo scaffale dei biberon per scegliere quello che si abbinava meglio al mio look, non mi facevo vestire da nessuno e non mollavo mai la mia borsetta (ovviamente) glitterata color carta da zucchero. Doveva essere tutto in ordine, vestitini colorati in pizzo san gallo e mollettine sui capelli. Crescendo decisi di far sì che questa passione potesse diventare il mio pane quotidiano. Terminato il liceo delle scienze umane, iniziai a cercare una scuola che mi potesse formare al meglio.

Mi avvicinai ad Accademia del Lusso, seguendo una pubblicità su internet, e dopo varie ricerche e incontri didattici, decisi di iscrivermi. Ciò che contraddistingueva Accademia era quel senso familiare che non ti faceva sentire sola, non sei un numero di matricola, ma una persona da seguire ed accompagnare verso quel mondo moda che vedevo così difficile e lontano, mi sono sentita sostenuta e tenuta per mano.

Dunque ho iniziato il percorso in Fashion Styling Editor and Communication ed è stato un continuo crescere: tante ore di laboratorio, connubio di un lavoro pratico e teorico, che mi ha dato le giuste basi per poter correre da sola. Ho molti bei ricordi di quel posto, ho instaurato rapporti di amicizia che si sono protratti nel tempo, ho conosciuto professori, che mi hanno ascoltata, dato consigli preziosi, ho versato lacrime e ottenuto le mie prime soddisfazioni.

Devo tanto ad Accademia, hanno sempre creduto in me, tanto da assumermi al termine del percorso formativo. Iniziai a curiosare un po’ in quel mondo lì, ho imparato tanto, mi sono fatta le ossa svolgendo un lavoro di back office, sentivo però, sempre di più, il bisogno di realizzarmi al massimo e dopo aver lavorato sia per Accademia che per diversi negozi di abbigliamento, decisi di aprire una boutique tutta mia.
Da un mese ho intrapreso questa nuova avventura, di nome Represents Clo, un brand dedicato a mia sorella Claudia, o meglio Clo, il mio braccio destro nella vita.

Per me, rappresenta un traguardo importante, ho dato voce al mio essere e ho racchiuso in delle mura quella che è sempre stata la mia passione. Cerco ogni giorno di aiutare gli altri a migliorare la propria immagine, sentirsi a proprio agio con se stessi, curare l’aspetto estetico è appagante e necessario per riconoscere i propri punti di forza ed accettarsi così come si è.
Spesso si sottovaluta questo aspetto, che in realtà è un ‘arma vincente per aumentare la propria autostima e percepire nel proprio corpo l’area di comfort.

Al contempo, Represents è una sfida, soprattutto in questo momento storico molto complesso per chi fa impresa, a causa della pandemia Covid-19. Un momento di stasi imposto da condizioni esterne, per una come me che sta sempre altrove con la testa, ha portato ad una riflessione che ha generato un senso di rinascita, mi sono trasferita ad Anzio, dove si trova la boutique; mi sono posta degli obiettivi e ho cercato con tutta me stessa di raggiungerli.

Mi auguro di crescere e di affinare le competenze acquisite fin ora, avendo una mia attività da gestire, sentendomi ancor più responsabile sto capendo quanto è importante porre delle giuste basi e continuare ad informarsi sempre.

Alessia Maria Macheda
Ex studentessa di Accademia Del Lusso Roma