Chicche di stile: Il passato torna in passerella e ce n’è per tutti!

in Fashion/Lifestyle

Se siete fan dei ruggenti anni venti, rimpiangete i mitici ’80 oppure siete ragazze Green, vi faranno impazzire alcune maxi tendenze dell’autunno-inverno 20/21.
Prime fra tutti, tornano, caratterizzanti degli anni del charleston, dei grandi balli e delle flapper-girls, le frange. Dettaglio elegante e sofisticato, ma allo stesso tempo sbarazzino, se pensiamo agli hippy ed al loro stile. Questa moda, però, ha origini molto più lontane.

Avete presente i vecchi film western? Le giacche sfrangiate in renna?

Si, proprio quelle caldissime che usano, sempre, sotto la stecca del sole. Li, nel vecchio west nasce questa tendenza, con la famosa figura del cowboy. Ed ecco che, dopo in questo lungo viaggio, Givenchy, Dior, Alberta Ferretti, Prada e molti altri riportano questo trend in passerella. Quindi se volete seguire l’onda; giacche, bolerini, stivaletti ed accessori sfrangiati faranno al caso vostro. Se siete invece amanti della moda fai da te, ma volete lo stesso stare al passo con i tempi, armatevi di forbici, vecchie magliette e date un taglio più attuale. Tornano, con grande stile, anche le puff sleeves, in chiave più urban. Capo caratterizzante degli anni 80, che richiama le ottocentesche “maniche a prosciutto”, diventa il must per la prossima stagione grazie a Chanel, Isabel Marant, Fendi e non solo. Versatile e pratico, questo dettaglio, conferisce alla donna sicurezza. Amato per il suo modo di riequilibrare le proporzioni del corpo e per la sua vestibilità, è la scelta ideale per una corporatura non formosa o un fisico a triangolo.

Avete gusti difficili? Vi capita spesso di dire “Bello il modello, ma il colore non mi convince” oppure “Mmm, si ma non mi entusiasma il tessuto”?

Non vi preoccupate, ce n’é per tutti i gusti; bluse, mini dress, abiti in lana grossa ed addirittura a camicie in pelle (o eco-pelle). Se tutto ciò, vi è sembrata soltanto una rivisitazione di stili passati, ecco che arriviamo alla terza grande tendenza. Le bottle-bag o borse porta borraccia. Negli ultimi anni si è cercato di sensibilizzare la persone ad un minor consumo di plastica; la cosa sta funzionando. Da qualche anno si vedono in giro, sempre più spesso, borracce riutilizzabili dei mille colori, che stanno diventando una vera e propria moda. Nasce così l’idea di Marine Serre, Kenzo, Collina Strada e Chloé di creare borse gioiello che rendano fashion un oggetto di uso comune ed incentivarne l’utilizzo. Questo accessorio indubbiamente innovativo, e pratico spingerà ulteriormente il mercato verso l’ecosostenibilità.
Avete borracce che non sapete dove mettere se uscite senza borsa?
Ecco la risposta.

Alessia Guanella
Studentessa del corso di Fashion Styling & Communication